TEATRO ARCIMBOLDI
La stagione
 

Milano Opera & Ballet - Madama Butterfly



Tragedia giapponese di P. Illica e G. Giacosa

Musica di Giacomo Puccini 

PROGRAMMA
“Tutti siamo stati, almeno una volta nella vita, dei Pinkerton o delle Cio-Cio-San, tutti abbiamo inflitto un abbandono o lo abbiamo subito, è proprio questo il punto fondamentale che rende così viva ed attuale la straziante vicenda della nipponica quindicenne e che continua a sollecitare le nostre più profonde emozioni”. Queste le parole del regista Massimo Pezzutti per presentare la sua Madama Butterfly con cui mercoledì 10 luglio alle 20.30 si inaugura Opera & Ballet Festival al Teatro degli Arcimboldi.
 
Il celebre capolavoro di Giacomo Puccini, ispirato come è noto da un dramma in prosa di David Belasco basato su un racconto originale di John Luther Long, nell'importante sala milanese va in scena in una versione fedele al libretto originale, con artisti di grandissimo spessore. La splendida Hiroko Morita, cantante di fama internazionale è Cio-Cio San. Il soprano giapponese emoziona, commuove, strazia in un'intepretazione che le è valsa prestigiosi riconoscimenti. Accanto a lei Luigi Albani e Giorgio Valerio - entrambi artisti del coro del Teatro alla Scala - interpretano rispettivamente il tenente americano Pinkerton e il console Sharpless, mentre il carismatico
mezzosoprano russo Victoria Shapranova è Suzuki. Sul podio a dirigere tutto il cast, il coro Opera & Ballet e l'Orchestra Filarmonica Italiana il M° Gianmario Cavallaro.
Intensa l'atmosfera creata dall’allestimento di Marco Pesta ispirato alla tradizionale abitazione giapponese con i suoi shoji, ricca di simboli e oggetti di scena utilizzati con attenzione. Pezzutti infatti cura con minuziosità anche i più piccoli dettagli e ciascun gesto per restituire l'espressione della cultura nipponica negli anni a cavallo tra XIX° e XX° secolo. Preziosi ed originali anche i costumi dell'Atelier Bianchi, incantevoli le acconciature curate da Enzo Altomonte alla guida del team dei giovani allievi della Scuola Professionale Acconciatori IAL di Saronno, direttore Arnaldo Colombo. E se nel primo atto si concede maggior spazio al “colore”, nel secondo si ha lo sviluppo dell’azione vera e propria in un crescendo continuo e inesorabile di sensazionale drammaticità in cui l’eroina passa dall’ingenuità iniziale ad una maggiore consapevolezza del suo destino che culmina nella tragedia finale.
 

 

Madama Butterfly

sinossi

I° Atto - La storia ha inizio a Nagasaki, agli inizi del '900. Pinkerton, tenente della marina degli Stati Uniti, si unisce in matrimonio a Cio-Cio-San, una geisha quindicenne. Il matrimonio si celebra secondo la legge giapponese e questo dà diritto a Pinkerton di ripudiare la moglie in qualsiasi momento per sposare una donna americana. Pinkerton è solo guidato da spirito d'avventura e dalla vanità, mentre Cio-Cio-San - che dopo le nozze si farà chiamare Madama Butterfly - è realmente innamorata dell'ufficiale di marina. Questo amore attira su di lei l'ira dello zio bonzo, che l'accusa di aver rinnegato la sua cultura e la famiglia.

 

II° Atto - Poco dopo le nozze Pinkerton ritorna in patria abbandonando la giovanissima sposa. Nonostante l'incredulità dell'ancella Suzuki, Butterfly è fiduciosa del fatto che suo marito tornerà da lei in primavera, come da lui promesso. Nel frattempo Pinkerton si risposa con l'americana Kate, ma continua a tenersi in contatto con il console Sharpless, chiedendogli di spiegare a Butterfly l'accaduto. Nonostante i tentativi di Goro di trovarle un nuovo marito, Butterfly continua ad avere una fede incrollabile nella lealtà del marito. Per porre fne ai dubbi circa la fedeltà del marito, Butterfly mostra al console il figlio nato dalla seppur breve relazione con Pinkerton. Una nave sta arrivando in porto e Butterfly chiede a Suzuki di preparare la casa per accogliere nel migliore dei modi quello che crede essere ancora il suo sposo.

 

III ° Atto - L'attesa di Butterfly si protrae per tutta la notte. Dopo tre anni Pinkerton fa ritorno a Nagasaki insieme a Kate poiché, messo a conoscenza dell'esistenza di suo figlio da Sharpless, si reca da Butterfly con l'intenzione di portare il bambino negli Stati Uniti per educarlo secondo gli usi occidentali. Anche il console Sharpless spinge affinchè il bambino venga affidato a Pinkerton e alla sua nuova moglie. Solo a questo punto, di fronte all’evidenza dei fatti Butterfly apre gli occhi e comprende: la sua felicità, la sua grande storia d'amore era in realtà solo un'illusione. Decide dunque di uscire di scena in silenzio, senza clamore e, dopo un ultimo e disperato abbraccio al figlio, seguendo un'antica usanza giapponese, si toglie la vita con un pugnale cerimoniale donatole dal padre.

 



NOTE

Milano Opera & Ballett è un Festival Internazionale d'Opera e Balletto diretto da Carlo Pesta. Al Teatro degli Arcimboldi saranno rappresentati due titoli:

10 luglio 2019, ore 20:30 Madama Butterfly, tragedia giapponese di P. Illica e G. Giacosa su Musiche di Giacomo Puccini

24 luglio 2019, ore 20:30 La Traviata, melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave


 

www.opera-ballet.ch

 


Teatro Arcimboldi Web Site 2019 All Rights Reserved | PRIVACY-POLICY | COOKIE | CREDITS