TEATRO ARCIMBOLDI
La stagione
Incontro culturale 

I Magnifici 7 - 1967/1977 l' incanto della musica



Massimo Priviero

 

PROGRAMMA

Nel giorno della Festa della Musica, sul palco ospitiamo Massimo Priviero che annuncia Nuova vita (storie di italiani), concept album in uscita a settembre, quindicesimo disco di una carriera divisa tra potenti scorribande elettriche e ballate acustiche. Questa cifra stilistica, più riflessiva e intimista, è alla base del prossimo lavoro che Priviero anticiperà in ‘solo’ alla chitarra, in questa speciale occasione live. Tra gli omaggi non mancherà una digressione nel mondo dylaniano, in coincidenza con la pubblicazione di un volume monografico, Bob Dylan (Hoepli), firmato da Salvatore Esposito.



NOTE

I Magnifici 7 1967/1977 - L’incanto della musica e non solo

 

A scrutare le stelle, a studiare la trama, a controllare il calendario, ci si accorge facilmente che non tutti i giorni, non tutte le date sono uguali: alcune hanno infisse le radici ben più profonde nel terreno e nelle memoria, per svettare con le loro fronde nell'alto dei cieli. I due anni che abbiamo scelto di fotografare in venti appuntamenti – tra concerti, letture, happening e performance – e una mostra, e che hanno coinvolto ben cinquanta artisti, rientrano perfettamente in quella chiave di lettura libera e plastica, di gioia e rivoluzione, che si adatta agli ideali incarnati da periodi magmatici e controversi come il 1967 e il 1977.

Sono passati cinquanta e quarant'anni, da quelle stagioni turbolente, aspre, vivacissime, di amore e passioni, scontri e scoperte continue, ed è tornata la voglia di recuperare la sintonia, anche con l'ausilio di artisti che là sono nati o si sono formati. Così abbiamo prospettato una serie di incontri, appuntamenti, conversazioni, sul filo della musica, che ci aiutino a guardare indietro per pensare all'oggi e proiettarci verso il futuro.

 

L’inaugurazione è fissata per martedì 6 giugno, con una “festa allargata” a cui parteciperanno Enrico Ruggeri, Carlo Cialdo Capelli, Fabio Concato, Eugenio Finardi, Gaetano Liguori e Andrea Tarquini. Si prosegue poi con Alberto Fortis e Omar Pedrini il 7 giugno, con Vincenzo Zitello l’8 e si incastona in questo programma il concerto dei Cranberries del 12 giugno, grand retrée della band rock irlandese. Si riprende poi con Roberto Cacciapaglia (13 giugno), con il Conciorto di Gianluigi Carlone e Biagio Bagini (14 giugno), con Patrizia di Malta (15 giugno), Folco Orselli, Ginger Bender e Vincenzo Costantino Cinaski (19 giugno), Ivan Cattaneo (20 giugno) e Massimo Priviero (21 giugno). E poi ancora rievocano il 1977 Livia Grossi e Alessio Lega (27 giugno), Franco Mussida ci conduce in un viaggio attraverso la sua carriera (28 giugno) e Mauro Ermanno Giovanardi presenterà il suo progetto Parola Cantata Dischi (29 giugno). La trance di luglio sarà inaugurata da Dente, cantautore e scrittore (3 luglio), per poi lasciare spazio a Marco Pesatori e Rosarita Crisafi (4 luglio), al poliedrico e istrionico Francesco Baccini (5 luglio), a Emanuele Fasano, Riccardo Russino, Davide Verazzani e Rolando Giambelli (6 luglio), a Paolo Bonfanti, Laura Fedele, Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti, in bilico fra jazz e blues (10 luglio), e a Alessandra Mostacci e Giangilberto Monti per ricordare gli Skiantos di Roberto “Freak” Antoni (11 luglio). Le performance di chiusura saranno di Cesare Picco, il quale darà vita a una poetica Conversazione sui suoni perduti – Attorno al piano (12 luglio), e all’allegria manouche della Woody Gipsy Band. Di corredo a questi venti appuntamenti, fino al 31 luglio, una mostra evocativa visitabile nel foyer del Teatro degli Arcimboldi è pensata per generare sollecitazioni, spunti, flash, per riflettere su un'epoca dalle tinte forti, sensazioni a tutto campo che non possiamo dimenticare, non vogliamo rimuovere. Dal 6 giugno fino alla fine di luglio una linea obliqua, e ubiqua, di indagine attraverso le generazioni sarà tracciata: per capire, come dice un proverbio africano, che, se è il giovane a correre più veloce, è il vecchio che conosce la direzione.

 

Enzo Gentile Curatore della rassegna I Magnifici 7

Teatro Arcimboldi Web Site 2017 All Rights Reserved | COOKIE | CREDITS