TEATRO ARCIMBOLDI
La stagione
Danza 

Parsons Dance Tour



Tornano in Italia a grande richiesta gli atletici ed energici ballerini della Parsons Dance per una nuova spettacolare tournée italiana. A fianco del leggendario e richiestissimo “Caught”, alcuni brani inediti per il pubblico italiano e coreografie originali tratti dal grande repertorio della storica compagnia americana. Nel cast, composto da giovani talenti, anche l'italiana Elena D'Amario, ex stella di “Amici” e ora importante componente del cast.

PROGRAMMA

SWING SHIFT
2002
Coreografie: David Parsons
Disegno luci: Howell Binkley
Musiche: Kenji Bunch
Costumi: Mia McSwain

SARAH BRAVERMAN CHRISTINA ILISIJE IAN SPRING ELENA D’AMARIO JASON MACDONALD OMAR ROMÁN DE JESÚS GEENA PACAREU EOGHAN DILLON

Swing Shift, coreografia del 2002 disegnata sulle musiche di Kenji Bunch, è un omaggio al tango, reinterpretato dalla compagnia con l’abbinamento di danze popolari che ne richiamano le sonorità. In un crescendo che parte dal linguaggio della danza popolare, costruito su quattro coppie, si passa a due bellissimi assoli femminili per culminare in un finale accelerato che rientra nel “classico” repertorio della Parsons Dance.

 

CAUGHT
1982
Coreografie: David Parsons
Lighting Concept: David Parsons
Disegno luci: Howell Binkley
Musiche: Robert Fripp, “Let The Power Fall”
Costumi: Judy Wirkula

IAN SPRING or ELENA D’AMARIO

Sicuramente il pezzo più famoso dell’intero repertorio della compagnia, è stato creato da David Parsons per se stesso nel 1982. Grazie all’uso delle luci stroboscopiche, il ballerino è catturato al culmine di salti ed evoluzioni che lo fanno apparire continuamente sospeso in aria in un gioco di luci e di sorprendente atleticità. La musica è di Robert Fripp (1946), chitarrista e fondatore dello storico gruppo inglese di rock progressivo King Crimson. “Caught” è stata definita dalla critica “una delle più grandi coreografie degli ultimi tempi”.

 

NASCIMENTO
1990
Coreografie: David Parsons
Disegno luci: Howell Binkley
Musiche di Milton Nascimento
Costumi: Santo Loquasto

SARAH BRAVERMAN CHRISTINA ILISIJE IAN SPRING ELENA D’AMARIO JASON MACDONALD OMAR ROMÁN DE JESÚS GEENA PACAREU EOGHAN DILLON

Milton Nascimento è uno dei più celebri musicisti e compositori contemporanei del Brasile. Questa coreografia di David Parsons, Nascimento , è un omaggio al suo amico Milton Nascimento e alla sua musica vivace e allegra. Parsons utilizza sofisticate traiettorie per interpretare i ritmi della samba giocosa e colorata di Nascimento . I ballerini si allargano velocemente sul palco nei loro brillanti costumi contemporaneamente saturati dalla luce, per regalare uno spettacolo veloce, divertente e emotivamente carico. Questo lavoro è stato commissionato dal Festival in the Sun alla University of Arizona a Tucson. Un ringraziamento speciale a Milton Nascimento, che compose questa partitura come regalo per la compagnia e A. Alexandra Jupin, direttore esecutivo del Festival in the Sun.

 

TRAIN
2008
(Italian Premiere)
Corografie: Robert Battle
Disegno luci: Howell Binkley
Musiche: Les Tambours du Bronx
Costumi: Jeff Hancock

SARAH BRAVERMAN CHRISTINA ILISIJE IAN SPRING ELENA D’AMARIO GEENA PACAREU JASON MACDONALD

Train è un rituale astratto dall’aspetto aggressivo diviso in tre parti e impostato su una partitura musicale a base di percussioni. Il New York Times ha descritto Train come: " una gruppo di sei persone che alterna atteggiamenti coordinati e controllati (come cadere sul pavimento, rotolare e rialzarsi) ad altri totalmente selvaggi (come il contorcersi posseduti dal fragore delle percussioni). Train è una coreografia di Robert Battle, ex ballerino della Parsons Dance e attuale direttore artistico dell’Alvin Ailey American Dance Theater.

 

WHIRLAWAY
2014
(Italian Premiere)
Coreografie: David Parsons
Disegno luci: Burke Wilmore
Musiche: Allen Toussaint- “Goin’ Down,” “Whirlway,” “Something Sweet,” “Bright Mississippi” and “Yes We Can Can”
Costumi: Keiko Voltaire

SARAH BRAVERMAN CHRISTINA ILISIJE IAN SPRING ELENA D’AMARIO JASON MACDONALD OMAR ROMÁN DE JESÚS GEENA PACAREU EOGHAN DILLON

Il nuovo lavoro di David Parsons porta la scena Jazz di New Orleans al centro del palcoscenico. In collaborazione con il leggendario Allen Toussaint, Whirlaway comprende R&B hits come "Yes We Can Can" e "Goin’ Down". Il Nola Defender ha descritto la premiere di questo brano come un “mondo dove la realtà e la fantasia non sono più di disaccordo, ma insieme in una meravigliosa danza.” Whirlaway è stato commissionato dalla New Orleans Ballet Association con il supporto speciale di Kerry Clayton e Paige Royer. The New York Times l’ha definito “This is Parsons Dance at its most characteristically optimistic.”



NOTE

DAVID PARSONS
David Parsons, può essere considerato uno dei massimi esponenti della post-modern dance americana. Originario di Rockford (Illinois) e cresciuto a Kansas City ed ha avuto come primi insegnanti Cliff Kirwin e Paul Chambers, allievi di Hanya Holm.

 

Nel 1978 è entrato a far parte della compagnia di Paul Taylor. La lezione del maestro è stata essenziale per la sua crescita creativa ma Parsons è riuscito ben presto a conquistare un suo stile, una personale mescolanza di fisicità, umorismo e tecnologia, cui hanno contribuito anche le esperienze con Pilobolus, Momix e White Oak Dance Project fondato da Mikhail Baryshnikov.

 

Il desiderio di creatività, di sperimentazione tra danza, musica e luci hanno spinto Parsons a fondare la propria compagnia, improntata all’idea che un lavoro di valore debba in ogni modo essere comunicabile, accessibile al pubblico.

 

Come direttore artistico della Parsons Dance, David Parsons ha creato più di settanta coreografie, alcune delle quali commissionate da grandi nomi quali Jacob Pillow Dance Festival, Festival di Spoleto, Umbria Jazz Festival, Krannert Center for the Performing Arts, National Arts Centre di Ottawa, Het Muziektheater e l’American Dance Festival. Parsons ha creato nuovi pezzi per Paul Taylor Dance Company, American Ballet Theater, New York City Ballet, National Ballet of Canada . Tra le compagnie di danza che hanno messo in scena sue coreografie: Opera di Parigi, Netherlands Dance Theater, English National Ballet, Ballet National de Nancy, Hubbard Street Dance di Chicago, BatSheva Dance Company of Israel. David Parsons ha coreografato e diretto le danze per i festeggiamenti del Nuovo Millennio a Time Square; nel 2000 ha ricevuto il premio di “Dance Magazine”.

 

Durante il 2001 è stato direttore e coreografo di AEROS, uno spettacolo con protagonisti i ginnasti della Federazione Rumena di Ginnastica Artistica, Ritmica ed Aerobica. AEROS è stato in tournée negli Stati Uniti dal 2001 al 2003 e nel 2004 ha debuttato con grande successo in Italia.

 

David Parsons ha sempre avuto un rapporto privilegiato con l’Italia: nel 2006 ha realizzato alcune coreografie per la cerimonia di chiusura delle Paraolimpiadi di Torino, nel 2007 è stato chiamato per coreografare momenti di spettacolo della serata di apertura della 57° edizione del Festival di Sanremo. A luglio dello stesso anno la Fondazione Arena di Verona gli ha affidato le coreografie per l’opera Aida di Giuseppe Verdi, con la regia di Gianpiero Solari. Nel corso della stagione 2007-2008, David Parsons ha realizzato le coreografie del musical “HAIR”, di James Rado e Jerome Ragni, con la regia di Giampiero Solari e la direzione musicale di Elisa.

Teatro Arcimboldi Web Site 2017 All Rights Reserved | COOKIE | CREDITS