TEATRO ARCIMBOLDI
La stagione
Danza 

Daniel Ezralow "Open"



In “Open”, la danza contemporanea si fonderà con la musica classica in un esaltante connubio per trasportare il pubblico in una nuova dimensione dove umorismo e intensità daranno vita a una miscela esplosiva di straordinaria fantasia creativa, emozione scenica e puro entertainment.

 

PROGRAMMA

Brevi quadri, fulminanti vignette, che terranno il pubblico in uno stato di eccitante attesa e meravigliata sorpresa e che faranno dello show una inarrestabile ed esaltante serie di climax tecnici ed emotivi. Il vocabolario espressivo di Ezralow sarà come sempre provocatorio e con l’intento di interrogarsi continuamente sul concetto di danza e umanità. Un cast di otto danzatori e danzatrici della sua compagnia americana con talenti e stili differenti (dalla danza classica alla danza moderna, dalla ginnastica alla street dance) hanno lavorato insieme allo staff creativo del coreografo statunitense, per creare uno spettacolo che sarà di certo tra i più grandi successi della prossima stagione teatrale.

“Dance to classical music, that is accessible, fun and creative. Touching on family, providing joy and breaking through.”

 



NOTE

L’arte coreografica di Daniel Ezralow si fonda su un’idea di danza fatta di divertimento, agilità, sorpresa, leggerezza, coinvolgimento diretto del pubblico, utilizzo emozionale delle tecnologie visive più all’avanguardia. Sono questi gli elementi che hanno reso le sue coreografie veri e propri “eventi” mediatici.
Teatro, cinema, televisione, musica, moda, sport, pubblicità: non c'è interpretazione dell'arte del movimento, e in generale della comunicazione visiva, che non sia stata sperimentata da Daniel Ezralow e dal suo straordinario talento. Parte da qui il suo nuovo spettacolo “Open”, un’originalissima selezione del vasto vocabolario coreografico creato per il palcoscenico utilizzando celebri brani di musica classica.
Il percorso professionale di Daniel Ezralow lo vede come ballerino professionista nella compagnia di Paul Taylor e fra i fondatori delle compagnie MOMIX e ISO (per la quale è ballerino solista, coreografo e direttore). Ha creato coreografie originali per numerose compagnie internazionali fra le quali The Paris Opera Ballet, Hubbard Street Dance Chicago e Batsheva. Lo spettacolo multimediale “Mandala” (1999-2002), diretto, coreografato e ballato dallo stesso Ezralow, è andato in scena in tutto il mondo ed è stato recensito come il lavoro di un “genio moderno”.
Il suo incredibile estro creativo lo hanno portato a lavorare oltre che per il teatro (fra cui il suo ultimo spettacolo Why, Aeros, Love del Cirque du Soleil, Cats nella versione italiana della Compagnia della Rancia, Tosca - Amore Disperato di Lucio Dalla, il musical “Spiderman - turn off the dark”, diretto da Julie Taymor e musiche di Bono e The Edge), anche per il cinema (fra cui il recentissimo “Across the Universe”, film-musical di Julie Taymor), per la moda (con gli stilisti Issey Miyake e Koji Tatsuno, Roberto Cavalli, Hugo Boss) e per la musica (con gli artisti Sting, U2, David Bowie, Pat Metheny, Andrea Bocelli, Ricky Martin).
Per la televisione italiana Daniel Ezralow ha ideato le coreografie per le ultime quattro edizioni dello show “Amici di Maria De Filippi”, per le ultime tre edizioni del “Festival di Sanremo”, per il recente show di Fiorello “Il più grande spettacolo dopo il weekend”, senza dimenticare nel 2001 la trasmissione di Adriano Celentano “125 milioni di caz..te”.

Nato a Los Angeles, Daniel Ezralow comincia lo studio della danza a UC Berkley in California e fra il 1976 e il 1986 collabora con 5x2 Plus, Lar Lubovitch, Paul Taylor e i Pilobolus. Eccezionale performer e ballerino solista, come coreografo si distingue per il suo linguaggio fatto di invenzioni sempre nuove e sorprendenti. È inoltre tra i fondatori dei celebri MOMIX e ISO (I’m so Optimistic), un gruppo di danza che unisce al notevole talento artistico uno straordinario virtuosismo tecnico e acrobatico. Con la compagnia ISO, in qualità di co-direttore, coreografo e ballerino solista, inizia tournée in tutto il mondo, firmando numerose coreografie per molti Festival internazionali e grandi compagnie stabili. Parallelamente agli Iso crea coreografie per Hubbard Street Dance Company Chicago, Batsheva Dance Company of Israel, Paris Opera Ballet, Rudolf Nureyev, London Contemporary Dance Company, Maggio Musicale Fiorentino, Manhattan Ballet, Atlanta Ballet, Kibbutz Contemporary Company e per la Fête de l’Humanité di Parigi e altri. Nel teatro lirico realizza le coreografie per “L’Olandese Volante” di Wagner all’Opera di Los Angeles, alla Houston Opera e alla English National Opera. Nel 1994 debutta con uno spettacolo multimediale di notevole successo, “Salgari”, in qualità di primo coreografo, ballerino e regista. Per l’apertura del Festival Internazionale della Danza di Milano 1995/1996, concepisce, dirige e coreografa “Mandala”, lavoro meditativo-multimediale ispirato al buddhismo tantrico. Con questo spettacolo inizia una lunga tournée nei maggiori teatri italiani, poi a Londra al Peacock Theatre nella stagione dei Sadlers Wells e in Sud America. Nell’edizione del 1996 del Maggio Musicale Fiorentino coreografa e balla in “Aida”. Tra le sue molteplici partecipazioni teatrali, coreografa lo spettacolo a Broadway di Julie Taymor ”The Green Bird” e crea la coreografia (affiancando Vittorio Gassman sul palcoscenico) per un adattamento del "Moby Dick" di Melville al Teatro Champs Elysees. Fra i suoi lavori più recenti: coreografie e co-regia del musical “Tosca- Amore Disperato” di Lucio Dalla; coreografie e co-regia di “Aeros”, spettacolo unico nel suo genere (che ha debuttato al Teatro Smeraldo di Milano nel corso della stagione 2004/2005), con David Parsons, Moses Pendelton e i campioni della Federazione Ginnastica Rumena; collabora alla creazione delle coreografie del Hit Musical “LOVE” con le musiche dei Beatles e il Cirque Du Soleil. Nell’aprile 2007, debutta a Milano il suo nuovo spettacolo, “WHY_BE EXTRAORDINARY WHEN YOU CAN BE YOURSELF”, uno show di grande impatto visivo che si avvale delle più moderne tecnologie scenografiche. Nel 2001 inizia a collaborare come coreografo con la televisione italiana e lavora per lo show di Adriano Celentano “125 milioni di caz..te”. Dal 2007 collabora con la produzione della trasmissione “Amici di Maria De Filippi”: realizza le coreografie che il suo corpo di ballo esegue durante le sfide dei cantanti nella fase serale del programma. Nella stagione 2009 firma le coreografie della nuova produzione del musical “CATS”, musiche di Andrew Lloyd Webber, curando la regia con Saverio Marconi. Nel 2010, nel 2011 e nel 2012 crea le coreografie di apertura del Festival della canzone italiana di Sanremo e si esibisce in brevi apparizioni. Nel 2011 firma le coreografie dello show di Fiorello “ Il più grande spettacolo dopo il weekend”. Cura le coreografie del Musical “Spiderman - turn off the dark”, diretto da Julie Taymor e musiche di Bono e The Edge . Ezralow ha ricevuto dall’American Choreographer Innovetor’s Award il premio come miglior coreografo in un Tv show special ”Aeros Bravo”, ha ricevuto anche un EMMY AWARD per il “PBS” special ”Episodes” e una nomination agli EMMY per lo spettacolo del 1998 agli Academy Award, premi ricevuti anche al Premio Positano e a Nijinsky Award. Nel Luglio 2006 riceve anche il Premio Ischia Gassman. Nel mondo della musica pop crea coreografie per video musicali e tournée, collaborando con Sting, U2, David Bowie, Pat Metheny, Andrea Bocelli, Ricky Martin, Josh Groban e Faith Hill. Nel mondo del cinema, prende parte alla realizzazione di numerosi film, tra i quali “La visione del sabba” di Marco Bellocchio, “L’ultimo concerto” di Francesco Laudadio, “Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti” di Lina Wertmuller, “Ulisse e la balena bianca” di Vittorio Gassman, “Casa ricordi” di Mauro Bolognini, “The Grinch” di Ron Howard, “StereoFututre” di Nakano Hiroyuki, fino al recentissimo “Across the Universe”, nuovo Film-Musical di Julie Taymor. Ezralow ha offerto la sua collaborazione anche nel mondo della moda, lavorando con stilisti quali Issey Miyake e Koji Tatsuno, Roberto Cavalli, Hugo Boss e inoltre la sua immagine è stata utilizzata in molte campagne pubblicitarie internazionali.

Teatro Arcimboldi Web Site 2014 All Rights Reserved | CREDITS